0

Bollettino del 21 febbraio 1917

Sull’altopiano di Asiago la notte sul 19 un riparto nemico, irrompendo da gallerie scavate nella neve, penetrò in un nostro trinceramento nei pressi di Casera Zebio Pastorile. Dopo violenta mischia corpo a corpo fu ricacciato con sensibili perdite e lasciò alcuni prigionieri nelle nostre mani. La stazione di Tarvis fu ieri nuovamente fatta segno a…

0

Bollettino del 20 febbraio 1917

Sull’ altopiano di Asiago la notte sul 19 un riparto nemico, irrompendo da gallerie scavate nella neve, penetrò in un nostro trinceramento nei pressi di Casera Zebio Pastorile. Dopo violenta mischia corpo a corpo fu ricacciato con sensibili perdite e lasciò alcuni prigionieri nelle nostre mani. La stazione di Tarvis fu ieri nuovamente fatta segno…

0

Bollettino del 18 febbraio 1917

L’attività di nostri nuclei in ricognizione diede luogo a piccoli scontri al passo di Cavento (Adamello), nei pressi della Forcellina Montozzo (Val Camonica), in Vallarsa, alle testate del Posina (Astico) e del Rio Felizon (Boite) e nella valle del Frigido. L’ avversario fu respinto e lasciò nelle nostre mani alcuni prigionieri. Nell’ Alto But e…

0

Bollettino del 17 febbraio 1917

Nella zona di Valle d’Adige azioni più intense delle artiglierie. La nostra provocò incendi nelle linee nemiche di Zugna. Sono segnalati piccoli scontri con esito per noi favorevole al Passo di Lagoscuro (Val Camonica), a sud-ovest di Daone (Valle del Chiese), a nord di Laghi (Torrente Zara-Posina), nei pressi di Scurelle (Torrente Maso-Brenta), sulle pendici…

0

Nuove concentrazioni di truppe tedesche a ovest

Da tempo ormai osservatori internazionali si aspettano una escalation sul fronte orientale delle operazioni tedesche, complice l’alleggerimento della pressione nel settore rumeno. Diversi osservatori ritengono che tale offensiva sia in programma prima che il disgelo possa ridare vita ai fronti russo e italiano che al momento sono in “letargo”. In particolare il critico inglese Repington…

0

Bollettino del 16 febbraio 1917

Nella zona ad oriente di Gorizia, la notte sul 15 fanterie nemiche che si radunavano nei pressi di Santa Caterina furono disperse dai nostri tiri d’ interdizione: nuclei in esplorazione, avvicinatisi alle nostre linee, furono circuiti e presi prigionieri. Più a sud tentativi d’avanzata nemica contro le nostre posizioni di Sober e di Vertoiba furono…

0

Cannonate sulla costa dei Bassi Pirenei

Un comunicato della Marina francese informa che lo scorso 12 febbraio, nel tardo pomeriggio, un sommergibile tedesco emerse al largo della foce del fiume Adour, vicino a Biarritz. Il nemicoriuscì solamente a sparare 6 colpi di cannone prima che la risposta dell’artiglieria costiera lo costringesse a reimmergersi rapidamente. L’esito di questo attacco è di 5…

0

Conferenza alleata a Pietrogrado

In previsione della ripresa delle operazioni militari per la prossima primavera, i delegati militari dell’Intesa sono riuniti per una conferenza nella città russa di Pietrogrado. Presente per l’Italia il gen. Ruggeri Laderchi, all’ordine del giorno vi sono il coordinamento delle previste offensive sui vari fronti, nonché la situazione militare nei Balcani dopo il crollo della…

0

Bollettino del 15 febbraio 1917

Sulla fronte Tridentina normale attività delle artiglierie. Una batteria a nord di Tonezza fu colpita in pieno dai nostri tiri. Sono segnalate felici irruzioni di nostri nuclei contro le posizioni nemiche di Forcella di Goldose e Valmaggiore (Alto Vanoi) e alla testata del Rio Felizon (Boite). Prendemmo alcuni prigionieri. Sulla fronte Giulia l’ artiglieria avversaria…

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com