Info

Cento anni fa l’Europa venne avvolta da un conflitto brutale e senza quartiere, destinato a cambiare la storia e disegnare un mondo nuovo: la prima guerra mondiale.

gas

Soldato inglese e cavallo con maschere antigas a Ypres

Gli eventi che in queste pagine verranno raccontati sembrano ormai molto lontani nel tempo, inquadrati da foto in banco e nero. In tutto il mondo sono ormai solo un pugno i sopravvissuti di quell’epoca. Eppure solo tre o quattro generazioni ci separano dal 1914. I nostri nonni e bisnonni hanno partecipato attivamente o sono stati spettatori di questi eventi storici.

Il progetto di “Notizie dal fronte” è ambizioso: riproporre, giorno dopo giorno, le notizie di cento anni fa come se fossero fresche di stampa.

Lo scopo è quello di far vivere ai visitatori di “Notizie dal fronte” l’atmosfera dei giorni della crisi di Luglio, la disperazione dei francesi alla vigiglia della battaglia sulla Marna, l’angosciante tritacarne di Verdun e la sconfinata distesa di trincee in cui mezza europa si sepellì, incapace di mettere termine in un modo o nell’altro alla guerra.

“Notizie dal fronte” non è come leggere un giornale di cento anni fa. E’ come leggere un giornale di oggi che racconta i fatti con cento anni di ritardo. Ci saranno imprecisioni, notizie incomplete. A volte sarà per via di errori umani attuali, a volte si tratterà di scelte volute per far capire cosa l’uomo medio del 1914-1918 poteva capire dei fatti che stavano sconvolgendo il proprio mondo ( se soltanto la censura non avesse oscurato molte informazioni ).

Per l’appassionato di storia e il lettore incuriosito, sono innumerevoli le opportunità offerte da Internet. La Wikipedia è ovviamente una delle migliori.

L’impostazione offerta da “Notizie dal fronte” però è unica perchè consente al lettore di veder accadere giorno per giorno gli eventi che precipitarono l’Europa prima – e il mondo poi – in un conflitto insensato e di inaudita ferocia. Riattualizzati e raccontati come se accadessero oggi stesso, quegli eventi possono davvero far comprendere le radici della guerra totale e l’originel dell’Europa moderna. Il primo conflitto mondiale, distante da noi ormai cento anni, ha ridisegnato l’Europa. Non ha non ha posto, come speravano i suoi contemporanei, fine a tutte le guerre ma anzi ha posto le basi per il secondo conflitto mondiale – ma ha lasciato un segno indelebile e mai scomparso nelle istituzioni, nella politica, nelle strategie e nella memoria comune.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com