bombarda italiana

Artiglieria italiana in azione sull’Isonzo

Alle prime luci del mattino l’artiglieria italiana ha iniziato a colpire le linee nemiche nel settore di Gorizia; le batterie impiegate contano 32 grossi calibri, 725 medi, 570 piccoli e 680 bombarde. Dopo aver preso di mira le linee di comunicazione e i gangli vitali delle retrovie nemiche, il fuoco si è concentrato con finalità distruttive sui reticolati delle trincee di prima linea, con risultati solo parzialmente soddisfacenti. La risposta dell’artiglieria nemica va acquisendo intensità e sta causando perdite sensibili alle nostre fanterie ammassate nelle trincee di prima linea per l’imminente attacco. L’offensiva italiana va inserita nel quadro degli impegni assunti nelle conferenze interalleate tenutesi nei mesi scorsi: essendo i nostri alleati impegnati nei loro fronti, la ripresa offensiva italiana era d’obbligo per distrarre sul nostro fronte forze nemiche.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com