I tedeschi premono verso il Grappa: respinti

Nelle prime ore di stamattina l’artiglieria austro-tedesca ha aperto il fuoco sulle nostre posizioni sulla linea del Grappa. La 5a divisione tedesca ha assaltato M. Spinoncia e ne ha conquistato la vetta nonostante l’accanita resistenza del 38° fanteria (brigata Ravenna); il successivo contrattacco del battaglione Cividale è stato respinto ma ha comunque impedito all’avversario di procedere oltre in direzione della cima del M. Grappa. Altro tentativo di raggiungere tale vetta è partito, sempre ad opera di truppe germaniche, attraverso M. Fontanasecca, ma la mancata coordinazione con l’azione della 5a divisione ha portato a scarsi risultati per il nemico grazie all’ostinata difesa dei nostri reparti, particolarmente il 136° fanteria (brigata Campania). L’attacco nemico verso Col della Berretta e M. Asolone ha portato all’avversario dei risultati importanti nonostante l’accanita resistenza del 57° fanteria (brigata Abruzzi) e del battaglione M. Matajur, ma i progressi avversari sono stati in gran parte annullati dal contrattacco della brigata Massa Carrara e dal battaglione M. Clapier. Le nostre difese sul Grappa hanno nel complesso resistito con tenacia e l’urto nemico è stato quasi ovunque tamponato.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com