Il Caudron G.4

Evoluzione del progetto G.3, i fratelli Caudron con il G.4 realizzarono un massiccio aereo bimotore che dal 1915 ebbe ampio utilizzo tra gli eserciti dell’Intesa e fu costruito su licenza anche in Italia e Inghilterra e prestò servizio presso le forze aeree di .
Inizialmente utilizzato come ricognitore e bombardiere fu poi utilizzato come bombardiere notturno quando i suoi limiti nei confronti dell’aviazione tedesca divennero evidenti.

Il limite del progetto del G.3 era l’impossibilità di trasportare bombe o armamento difensivo, per cui si rese necessaria la sua “evoluzione”. Per questa ragione il G.4 fu realizzato come versione bimotore del G.3, con una struttura massiccia a “strutture aperte”. Le ali, per il controllo del rollio erano realizzate con una inclinazione elicoidale detta wing-wrapping. I motori erano 2 Gnome et Rhône o 2 Anzani 10, montati in 2 apposite gondole sulle ali. Fu aumentata l’apertura alare e i timoni di coda da due passarono a quattro. La nuova struttura permise di avere un secondo membro di equipaggio pesante come osservatore/mitragliere ed era in grado di trasportare circa 100 kg di bombe.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com