Bollettino del 2 luglio 1917

Nella notte sul 1° luglio il nemico spiegò particolare attività fra il lago di Garda e la Valle di Ledro; dopo una violenta preparazione di fuoco, un suo riparto di forza non inferiore a due compagnie, assalì la linea delle nostre piccole guardia fra S. Giovanni e Biacesa. Venne arrestato e con pronto contrattacco obbligato a ritirarsi dopo aver subito sensibili perdite.

Contemporaneamente da altri nuclei venivano attaccati nella stessa zona i posti avanzati di Malga Giumella a nord-est di Mezzo Lago; l’attiva vigilanza dei nostri arrestò il nemico prima che potesse giungere a contatto delle nostre linee. La lotta delle artiglierie si mantenne ieri vivace nella zona fra Garda e Adige.

In parecchi altri tratti della fronte e con particolare efficacia alla testata del Seebah e nei pressi di Santa Lucia di Tolmino nostri tiri colpirono a più riprese concentramenti di truppe e movimenti nemici. Sul Mrzli una grossa mina preparata dal nemico brillò senza riuscire ad atterrare la nostra occupazione e producendoci danni assai lievi.

Albania – Un ardito colpo di mano di una nostra banda albanese annientò il giorno 30 giugno una piccola guardia nemica nei dintorni di Panareti (Alto Osum) a nord di Lyaskoviki, catturando alcuni regolari austriaci e destando vivo allarme nelle linee avversarie.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com