Si infiamma la lotta a Hangard-en-Santerre

I comunicati ufficiali francesi del 12 e 13 aprile, riferiscono che dopo intensa preparazione di artiglieria i tedeschi hanno attaccato le linee tra Hangard-en-Santerre e Hourges. La lotta è stata violenta che è durata per tutta la giornata del 12. Dinanzi a Hourges gli assalti sono stati vanificati dalla fanteria francese, ma ad Hangard i reiterati tentativi tedeschi alla fine hanno permesso loro di entrare nelle linee francesi. I contrattacchi francesi hanno permesso di rientrare in possesso della parte occidentale del villaggio.
Nella foresta di Aprémont il nemico ha sferrato un assalto contro le linee francesi di Bois Brulé riuscendo ad occupare le posizioni avanzate francesi. Un forte contrattacco congiunto tra francesi ed americani ha poi permesso di riprendere le posizioni perse.

Nella notte sul 13 contrattacchi francesi nella regione di Hangard-en-Santerre hanno permesso di ristabilire interamente la linea ricacciando i tedeschi alle loro posizioni precedenti. 70 prigionieri sono stati ricondotti dai francesi.
Tra Mont-Didier e Noyon forti bombardamenti di artiglieria e viva attività di pattuglie. Fra la Miette e l’Aisne due colpi di mano tedeschi fallironosotto il fuoco francese.

Reims continua ad essere bombardata dai tedeschi, una parte della città è in fiamme e si sta cercando di circoscriverne il perimetro nonostante le ripetute raffiche di artiglieria nemica.
Le truppe americane unite a quelle francesi stanno tentando di contenere gli assalti tedeschi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com