generale pershing

Reparti americani inquadrati con le forze francesi e britanniche

Dichiarazione ufficiale del Governo britannico del 2 aprile:

“In seguito alle comunicazioni scambiate tra il primo ministro Lloyd George e il Presidente Wilson e alle discussioni svoltesi tra il segretario americano per la guerra Baker, che si trovava giorni orsono al Londra, il Primo Ministro Lloyd George, il ministro degli esteri Balfour e il ministro della guerra britannico Derby e alle consultazioni in Francia, alle quali parteciparono il generale Pershing e il generale Bliss, rappresentante militare permanente  americano nel Consiglio Superiore Interalleato a Versailles, si è giunti ad importanti decisioni in base alle quali rilevanti forze di soldati americani alleati possono combattere a fianco degli alleati nella lotta attuale.
Il Governo del nostro grande alleato occidentale non soltanto invia e continuerà ad inviare un gran numero di battaglioni americani in Europa, durante i mesi critici che sopravverranno, ma consente a che i reggimenti americani che non possono essere utilizzati in divisioni proprie vengano incorporati in unità francesi e britanniche durante il tempo in cui la necessità lo richieda. In questo modo le truppe ancora insufficientemente allenate per combattere come divisioni e come corpi d’armata distinti faranno parte di divisioni agguerrite fino a che non abbiano completato il loro allenamento e il generale Pershing desideri  di ritirarli per costituire l’esercito americano.
Le disposizioni per trasporto di queste truppe supplementari si stanno ora completando. Durante tutto lo svolgimenti delle discussioni il Presidente Wilson mostrò il più vivo desiderio di fare tutto il possibile per aiutare gli alleati e non trascurò nulla per contribuirvi. Questa decisione, quantunque sia di vitale importanza per il mantenimento delle forze alleate, per qualcuno dei prossimi mesi non diminuirà in alcun modo la necessità delle nuove misure già indicate per il reclutamento di nuove truppe agli Stati Uniti. La decisione presa è stata resa pubblica immediatamente perché il primo ministro ritiene che il popolo debba chiaramente conoscere a quale unico scopo gli Stati Uniti abbiano portato il loro immediato concorso, che è in realtà indispensabile per il trionfo della causa degli alleati.”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com