Korniloff muove verso Pietrogrado

Sono ore di tensione quelle che si vivono ora in Russia: la minaccia di un colpo di stato è sempre più concreta. Fonti certe riferiscono che il Governo provvisorio avrebbe proposto all’ex generale Alexeieff di riprendere il comando dell’esercito ma si ritiene che egli rifiuterà l’offerta.
Nel frattempo si cerca di rallentare l’avanzata delle truppe di Korniloff sabotando la ferrovia Luga-Pietrogrado in quanto le sue prime avanguardie sarebbero ormai già arrivate a Luga, a soli 100 km da Pietrogrado.
La cavalleria caucasica della “Divisione Selvaggia”, l’ex unità comandata dal generale prima che venisse nominato governatore della regione di Pietrogrado, ha lasciato la città di Pskow e dirige verso la capitale ed è già arrivata a Vyritza, a soli 54 km da Pietrogrado. Orai le speranze di una possibile soluzione pacifica alla crisi sembrano sfumate.

Kerenskij ha ricevuto una delegazione delle truppe cosacche le quali hanno dichiarato “dovere patriottico” impedire lo scoppio di una guerra civile ed anno assicurato il loro contributo per una soluzione pacifica al conflitto tra le parti.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com