Bollettino del 8 dicembre 1917

Nella giornata di ieri sull’Altopiano di Asiago l’azione delle fanterie si è limitata a scontri di pattuglie.
Tra Asiago e la testata di Val Frenzela notevoli movimenti e ammassamenti di truppe avversarie, mantenutesi sempre fuori del raggio d’azione della fucileria sono stati battuti a lungo da concentramenti di fuoco della nostre batterie ed hanno servito da obbiettivo alle grandi azioni di bombardamento compiute dalle squadriglie aeree nostre ed alleate.
Complessivamente 150 aeroplani hanno lanciato bombe sulle linee nemiche, provocando danni, perdite e scoppi di depositi di munizioni: discesi poscia di quota, gli arditi aviatori hanno mitragliato a lungo truppe avversarie.

Sulla rimanente del fronte si ebbero solo azioni di artiglieria, piuttosto intense sul basso Piave.
Nella notte scorsa nostre aeronavi, recatesi nei dintorni di Quero e Motta di Livenza, hanno colpito con parecchie tonnellate di bombe, bivacchi di truppe nemiche e autocolonne in movimento.
Nella giornata tre aeroplani nemici vennero abbattuti in duello aereo: il maggiore Baracca ha raggiunto la sua trentesima vittoria.

Firmato: DIAZ

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com