Bollettino del 7 marzo 1917

Nella notte sul 6 il nemico tentò un nuovo attacco contro la posizione da noi recentemente conquistata sul Massiccio di Costabella (Valle S. Pellegrino). Fu respinto con sensibili perdite. Nella mattinata del 6 sull’Altopiano di Asiago nostri nuclei irruppero nelle linee nemiche di Monte Mosciagh e le sconvolsero, impadronendosi di armi e di munizioni.

Nel settore di Monte Sief (Alto Cordevole) l’avversario costruiva da tempo una galleria di mina verso le nostre posizioni. Fu preparata una contromina e fatta brillare all’alba del 6. La galleria scavata dal nemico restò in parte distrutta; una sua posizione avanzata saltò in aria, seppellendo i difensori.

Nonostante il violento fuoco d’interdizione delle artiglierie avversarie, occupammo il cratere della mina. Lungo la rimanente fronte azioni delle artiglierie, la nostra distrusse un importante osservatorio nemico nella zona di Boscomalo (Carso)

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com