Bollettino del 5 gennaio 1918

Vivaci duelli d’artiglieria nel settore orientale dell’Altipiano d’Asiago ed a cavallo della Val Brenta.
In Val di Seren una colonna nemica venne sorpresa e dispersa dalle nostre batterie.
Alla testata di Val Calcino pattuglie avversarie che avanzavano verso le nostre posizioni furono fugate a fucilate.
Lungo il medio Piave l’artiglierie avversarie che avanzavano verso le nostre posizioni furono fugate a fucilate.
Aviatori inglesi distrussero a Susegana un pallone frenato nemico e fecero precipitare un velivolo presso Corbolone (Licenza).
Nella giornata e nella notte notevole attività aerea sulle opposte prime linee e retrovie. I nostri aviatori hanno bombardato con buoni effetti baraccamenti e campi d’aviazione, la stazione di Levico, in Val Sugana, e gli adiacenti magazzini vennero colpiti con kg. 1200 di bombe. Quelli nemici lanciarono bombe su Mestre, Bassano e Castelfranco, producendo lievi danni e qualche vittima in questa ultima località.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com