Bollettino del 4 dicembre 1917

All’alba di ieri, in ragione Giudicarie, nuclei nemici, che dopo preparazione di artiglieria, attaccarono la nostra linea avanzata sul versante sud di Val Daone, vennero respinti.
Durante la giornata, sull’altipiano di Asiago, artiglieria nemica fu molto attiva fra il monte Sisemol e il monte Castelgomberto. Nostri riparti esploranti riportarono qualche diecina di prigionieri e nostre batterie eseguirono nutriti concentramenti di fuoco su ammassamenti di truppe avvistati nel bosco di Gallio, A sud-ovest di Asiago e a nord di Monte Tondarecar. Truppe ed accampamenti avversari vennero pure battuti da nostri aerei in Valle Galmarara e zone adiacenti.
Un tentativo di fanteria nemica ad oriente di Monte Badenecche Venne prontamente arrestato col fuoco.
Tra brenta e Piave sul monte Spinoncia, in breve azione vennero catturati alcuni nemici.
Colonne avversarie, che, risalendo la Val di Seren e scendendo quella del Piave, si avvicinavano alla fronte, vennero battute e fermate dalle nostre batterie.
Lungo il Piave da Vidor al mare, L’attività delle artiglierie, si mantenne moderata. Due palloni frenati nemici vennero abbattuti.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com