Bollettino del 30 settembre 1917

Ieri, con improvvisa e ardita azione, svolta da una compagnia d’assalto della II° Armata e dalle brigate Venezia (83° e 84°) e Tortona (257° e 258°) migliorammo la nostra occupazione verso l’orlo sud-orientale dell’altipiano di Bainsizza, strappando all’avversario alcune quote a sud di Podlaka e a sud-est di Madoni. Catturammo 49 ufficiali e 1360 uomini di truppa. Successivi violenti contrattacchi nemici, accompagnati da furiosi bombardamenti, furono respinti e le posizioni mantenute.
Nella notte sul 29 e nella giornata successiva, nuovi tentativi nemici di ributtarci dalle posizioni occupate fra la Sella di Del e le pendici settentrionali del San Gabriele fallirono completamente. Furono fatti 86 prigionieri, 6 dei quali ufficiali.
Sulla rimanente fronte notevole attività di artiglieria e numerose azioni di pattuglie.
La battaglia aerea fu assai viva su tutta la fronte Giulia. Le nostre squadriglie bombardarono ieri i depositi nemici di Berje (nord-ovest di Nabresina) e nella scorsa notte con ottimo risultato i noti obiettivi della piazza di Pola.
Il nemico reagì ovunque energicamente. Un nostro velivolo non fece ritorno al proprio campo.
Due apparecchi nemici, colpiti in duello aereo, precipitarono nei pressi di Monfalcone e ad est di Terranova.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com