Bollettino del 30 agosto 1917

Sull’Altipiano di Bainsizza e ad oriente di Gorizia il nemico con poderosi contrattacchi ha tentato di ritoglierci le posizioni recentemente conquistate: venne ovunque ributtato. Le posizioni furono saldamente tenute e in qualche tratto ampliate. Catturammo 561 prigionieri.

I nostri aerei ripeterono con successo il bombardamento delle batterie nemiche nel bosco di Panovizza.

Sul Carso, nella sera del 28, un attacco nemico tra Vippacco e il Dosso Faiti venne infranto dalle nostre truppe.

Lungo la fronte Tridentina, dallo Stelvio alla Carnia, nella giornata del 28 e nella notte sul 29 concentramenti di fuoco e numerose azioni di reparti esploranti mantennero assai desta l’attività combattiva. In regione delle Tofane, l’avversario, dopo intensa preparazione di fuoco, attaccò per tre volte e con grande violenza le nostre posizioni allo sbocco della Val Travenanzes: venne nettamente respinto.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com