Bollettino del 27 dicembre 1917

Lungo tutta la fronte solo azioni di artiglieria, più intense sull’altipiano di Asiago dove le nostre batterie hanno eseguito efficaci concentramenti di fuoco è tenuto sotto interdizione parecchi tratti della linea nemica.

Una grande battaglia aerea alla quale hanno partecipato squadriglie da caccia e artiglierie antiaeree inglesi ed italiane si è combattuta ieri nel cielo di Treviso. Nella mattinata 25 parecchi nemici, favoriti dalla foschia, giunsero sopra un nostro campo di aviazione ad occidente della città iniziandone il bombardamento. Accolti dal fuoco violento delle batterie antiaeree ed attaccati impetuosamente dagli apparecchi del campo levatisi in caccia, dovettero ripiegare prima di aver compiuto l’operazione; 8 velivoli avversari, colpiti, precipitavano al suolo. Più tardi, verso le 12.30, una squadriglia nemica di otto aeroplani ritentò la prova, ma venne affrontata nel cielo di Montebeluna e costretta a ripiegare perdendo tre a parecchi. Degli 11 aeroplani nemici abbattuti, otto sono caduti dentro le nostre linee e tre entro quelle avversarie. Tutti i nostri apparecchi hanno fatto ritorno ai propri campi.
I danni provocati dal bombardamento sono quasi insignificanti.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com