Bollettino del 19 febbraio 1918

Nella giornata di ieri la lotta delle artiglierie si mantenne sensibile verso il margine orientale dell’Altipiano di Asiago e a intervalli si sviluppò anche in Val giudicare, nel settore tra Posina-Astico e a sud del ponte della Priula. Nostre batterie aprirono di sorpresa il fuoco su forti nuclei nemici in Val di Galmarara e in Val di Seron e li obbligarono a disperdersi. Batterie francesi operarono efficaci concentramenti sulla propria fronte. Pattuglie britanniche, guadato il Piave, penetrarono nelle trincee avanzate della linea nemica.
Un velivolo avversario, colpito in duello aereo da un nostro aviatore, precipitò presso Pederobba.
Nelle prime ore della sera apparecchi avversari eseguirono incursioni nella pianura, lanciando bombe su località abitate; solo a Vicenza, dove esplosero quattro bombe, devesi deplorare qualche vittima: danni lievi.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com