Bollettino del 18 luglio 1917

Durante la giornata di ieri, nuclei nemici che tentavano avvicinarsi alle nostre posizioni di Bucheustein, Montepiano, passo di Monte Croce di Comelico, in Cadore e di Cigini (sud-ovest di Tolmino) furono respinti. Rimase nelle nostre mani qualche prigioniero.
L’artiglieria nemica battè specialmente le nostre linee in regione Zugna, sul Pasubio, sul Codice e ad oriente di Gorizia. Venne ovunque controbattuta dalla nostra che eseguì anche un concentramento di fuoco sulla stazione di Nabresina, provocandovi un incendio.

L’attività aerea fu notevole su tutta la fronte, due apparecchi nemici, colpiti dai nostri aviatori, precipitarono, uno ad oriente di Monte San Daniele, l’altro a Lom (a sud di Tolmino). Uno dei nostri fu obbligato a prender terra entro le nostre linee.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com