Bollettino del 10 novembre 1917

Dallo Stelvio alla Valsugana normale attività combattiva: un attacco di forti nuclei avversari alle nostre posizioni avanzate in Val di Ledro venne prontamente respinto, per quanto fosse stato preceduto da larga azione d’artiglieria.
Nella zona montana fa la Valsugana e la Val di Piave si ebbero azioni locali. Al Brocon (Conca Tesina) una puntata nemica venne arrestata: a Lorenzago una nostra retroguardia restata isolata, si aprì a viva forza il passo attraverso il paese occupato dal nemico.
Nel piano, dalla stazione di Susegana al mare, le nostre retroguardie, disimpegnatesi, combattendo, dalla pressione avversaria, sono passate sulla destra del fiume, facendone poscia saltare i ponti.
La scorsa notte cinque nostri dirigibili hanno efficacemente bombardato i passaggi sul Tagliamento, a Latisana e a Motta di Licenza e le truppe nemiche in movimento sulle vie d’accesso al fiume.

Firmato: DIAZ

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com