Ultimatum di Mackensen alla Romania

Un dispaccio da Basilea riferisce che stando a giornali tedeschi, il maresciallo Mackensen avrebbe diretto il 6 febbraio scorso, a nome del Governo tedesco, un ultimatum alla Romania, fissando un termine di 4 giorni per entrare in trattative di pace. Il Consiglio dei Ministri rumeno si è subito riunito e, dopo lunga discussione, ha offerto le dimissioni al Re il quale le ha accettate.

Al momento non si hanno conferme ufficiali in merito alla soluzione della crisi del governo di Bratiano. Molto probabilmente  consentirà di rimandare la scadenza dell’ultimatum il cui limite doveva scadere ieri. La Germania di fatto non può chiedere la risposta ad un Governo non ho ancora costituito, queste però sono per il momento solo supposizioni.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com