Terminata l’offensiva sull’Isonzo: malumori presso la Seconda Armata. Felicitazioni dagli alleati

Cadorna, dopo il successo conseguito sul settore della 2a Armata che ha occupato l’altopiano della Bainsizza, ha deciso di porre termine all’offensiva e ha dato ordine di consolidare le posizioni conquistate. La decisione ha suscitato un malcelato malumore presso i vertici della 2a Armata, che si vede costretta ad interrompere l’offensiva proprio quando si intendeva ridare vigore all’azione per conseguire ben più ambiziosi obiettivi; il dissenso con Cadorna è stato poi particolarmente manifesto da parte del comandante della 2a Armata gen. Luigi Capello. La decisione del Comando Supremo trova giustificazione nella penuria di munizioni per l’artiglieria, nella stanchezza dei provatissimi reparti coinvolti e nella solidità della linea di resistenza sulla quale si sono attestati gli austriaci.

Il successo ottenuto sulla Bainsizza ha comunque avuto notevole risonanza in patria ed una grossa eco presso gli alleati dell’Italia. I generali francesi Foch e Pètain hanno rivolto a Cadorna le loro congratulazioni ed hanno espresso l’ammirazione dell’esercito francese; l’inglese gen. Robertson ha egualmente espresso le proprie felicitazioni per il successo ottenuto dagli italiani sull’Isonzo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com