Occupata la destra del Piave: ordine di resistenza ad oltranza

Mentre il nemico è entrato a Pordenone ed ha in più punti passato la Livenza, Cadorna ha dato disposizioni riguardanti la difesa del sistema collinoso tra Vittorio Veneto e Conegliano al fine di difendere il Piave davanti al Montello. Intanto i generali Montuori e duca d’Aosta hanno avvertito i comandi subalterni che dalle posizioni occupate sulla nuova linea del Piave il terreno dovrà essere difeso palmo a palmo ad oltranza e che ulteriori ripiegamenti non saranno consentiti; è stato anche ordinato l’abbattimento di tutti i campanili dei paesi sulla sinistra Piave, che rappresenterebbero degli ottimi osservatori per il nemico, prima che le nostre teste di ponte l’abbandonino per passare sulla destra.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com