Lenin

Motivazioni russe sulla smobilitazione

“La russia dichiara di porre termine alla guerra coi popoli tedesco, austriaco, bulgaro e turco dal momento che gli junker e i capitali delle Potenze centrali non vogliono concludere la pace coi proletari. Alla ripresa dei negoziati, che erano stati interrotti per tre giorni su desiderio espresso da Kuchlmann, abbiamo potuto renderci conto con assoluta certezza che l’imperialismo delle Potenze centrali non vuole liberare i popoli di cui si è impadronito. La rivoluzione russa, la quale ha iscritto nella sua bandiera, fra gli altri principi, il diritto dei popoli a disporre di loro stessi non può firmare una pace che costituisca una ingiuriosa negazione di questo diritto.
Ora gli imperialisti delle Potenze centrali hanno chiesto la firma immediata di una pace che abbandoni loro completamente i popoli in questione. Ciò costituisce una provocazione contro la rivoluzione russa, un colpo dato in pieno viso al proletariato del mondo intero.
La delegazione russa di Brest-Litowski ha accettato la sfida; essa non può e non vuole curvarsi dinanzi all’imperialismo; e, a nome della rivoluzione russa e del proletariato del mondo intero, dette il 10 corrente agli imperialisti a Brest-litowski una risposta in questo senso.”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com