Affondamento del Lusitania

La stampa americana condanna la Germania per l’affondamento del Lusitania

Nonostante la richiesta del Presidente Wilson di attendere chiarimenti, per la stampa americana e inglese non ci sono dubbi: il Lusitania è stato fatto oggetto del lancio di almeno due siluri e l’azione ostile è stata intrapresa senza alcun avviso contro un veicolo disarmato e adibito al solo trasporto di passeggeri. Due infatti sarebbero state le potenti detonazioni che avrebbero squarciato la nave causando l’imbarco di acqua ad una velocità tale da farla inabissare in meno di venti minuti, rendendo quindi estremamente difficili – per via del caos a bordo, del veloce sbandamento del transatlantico e del poco tempo disponibile per mettere a mare le scialuppe – le manovre di emergenza e condannando alla morte buona parte dei passeggeri e dell’equipaggio.

Da Berlino la stampa risponde per conto del Governo: il transatlantico era armato con dodici cannoni e trasportava clandestinamente munizioni e materiale bellico. Ciò ne faceva una preda di guerra. Nelle testate più equilibrate si esprime solidarietà nei confronti delle vittime civili, anche se si nominano esclusivamente quelle statunitensi, e si parla di “doloroso massacro” ma ad ogni modo di un atto di guerra giustificato e ineludibile, addossando all’armatore la responsabilità di aver consentito l’uso del transatlantico da parte del Governo Britannico per il trasporto di uomini e mezzi militari usando i passeggeri come lasciapassare per scongiurare l’attacco dei sommergibili tedeschi.

Anche se non ufficiale, la polemica e lo scambio reciproco di accuse continuano con suggestive ipotesi: il Capitano Turner, comandante del Lusitania, avrebbe volutamente scelto una rotta lineare e a bassa velocità per rendere la nave un bersaglio più semplice mentre a bordo tre spie tedesche avrebbero trovato e fotografato le prove del contrabbando di armi. Da Londra si insiste che la condotta tedesca è illegale e spregevole e l’affondamento del Lusitania, così come l’uso dei gas tossici a Ypres, è il motivo per cui la guerra potrà finire solo alla resa completa e incondizionata di Berlino e Vienna.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

'La stampa americana condanna la Germania per l’affondamento del Lusitania' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com