La guerra si sposta a nord

L’attacco tedesco fermato dai francesi – Forti concentrazioni di truppe ad Arras – Controffensiva francese a Verdun – Le truppe del Belgio effettuano la terza sortita fuori da Anversa – Durissima reazione tedesca

 

L’offensiva tedesca ad Albert, che ieri aveva avuto dei modesti risultati, oggi segna il passo di fronte ad una resistenza accanita da parte delle truppe francesi supportate dai rinforzi affluiti velocemente via ferrovia. I reiterati attacchi tedeschi si sono infranti con pesanti perdite lungo la linea difensiva approntata d’urgenza nella notte e il terreno conquistato dopo ore di attacchi scarsamente fruttuosi è decisamente limitato a fronte di perdite pesanti dovute sopratutto al pezzo da campagna da 75 mm francese che ha mietuto ripetutamente le fanterie nemiche in avanzata. Grazie alla cadenza di fuoco, la precisione e la maneggevolezza di questo cannone, l’esercito francese è riuscito ancora una volta ad arrestare l’impeto tedesco che stava prendendo slancio.

Arrestati i tedeschi che si stavano incuneando a nord della Somme, i francesi sono passati al contrattacco contro le divisioni bavaresi a nord di Albert ma sono state ricacciate indietro. Il tentativo francese di avvolgere sul fianco destro le truppe tedesche che a loro volta stavano cercando di avvolgere quelle francesi è così fallito e lo scontro si è risolto con un nulla di fatto segnando alcune vittorie tattiche a favore degli anglo-francesi e lo stallo dell’offensiva tedesca.

Secondo diverse fonti è confermata la forte concentrazione di truppe di riserva ad Arras. Secondo indiscrezioni raccolte tra le truppe e gli ufficiali francesi, Joffre starebbe valutando la possiblità, arrestata l’offensiva tedesca ad Albert, di effettuare una più ampia manovra di aggiramento spostando il fulcro dello scontro con il nemico a nord del campo di battaglia di oggi. Molto probabilmente il punto di partenza della nuova offensiva sarà appunto Arras, città strategica sotto il controllo dell’esercito francese e nodo ferroviario che, nelle manovre di questi giorni, sta acquisendo un’importanza strategica notevole.

A Verdun, dopo l’avanzata tedesca di ieri, le truppe francesi sono passate al contrattacco scontrandosi però con un avversario fortemente trincerato. Alcuni paesi sono stati riconquistati ma Saint-Mihael rimane nelle mani dei tedeschi. Con ripetuti assalti, le divisioni francesi hanno cercato di scalzare gli invasori per riprendere il controllo di una posizione strategica e allontanare i tedeschi dalle linee ferroviarie e stradali che portano a Verdun. Piccole conquiste territoriali sono state pagate a caro prezzo con alte perdite ma, al termine della giornata, i cannoni a lunga gittata tedeschi sono ancora ben puntati sulla strada che porta a nord nei sobborghi della piazzaforte.

Su richiesta del comando anglo-francese le truppe del Re Alberto hanno effettuato la terza sortita ad Anversa. La città è sotto assedio da settimane da parte dell’esercito tedesco che però – evidentemente – non ritiene di avere abbastanza truppe per iniziare le operazioni belliche e si è limitato a trincerarsi al margini dell’area difesa dai forti della città. Due divisioni del Belgio hanno effettuato una rapida sortita e hanno scalzato le deboli difese tedesche in direzione di Aalst. Dopo poche ore di tregua, è arrivata la risposta tedesca. L’artiglieria ha fatto fuoco sulle postazioni improvvisate dagli assediati. Un terribile fuoco di sbarramento ha inflitto perdite altissime alle truppe uscite dalla città, confermando il timore espresso da alcuni ufficiali francesi che l’artiglieria pesante impiegata nell’assedio di Maubeuge fosse stata diretta verso Anversa per far fuoco sui forti e obbligare la città alla resa.

Perso l’effetto sorpresa e non potendo tenere la posizione, le due divisioni sono state ritirate nella città mentre l’artiglieria pesante tedesca allungava il giro e aggiustava il fuoco in direzione dei forti di Sint-Katelijne-Waver e Walen.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

'La guerra si sposta a nord' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com