La Finlandia riottiene la costituzione

Il Governo provvisorio ha confermato che la Finlandia potrà nuovamente avere una sua Costituzione e che sarà applicata “in extenso”. Il Governo ha anche emanato una amniztia immediata in Finlandia e richiede al più presto che  la Dieta finlandese sia convocata. Il progressista Stakloic, ex leadre liberale della Duma, è stato nominato governatore generale della Finlandia.

Il Granducato di Finlandia fa parte dell’Impero russo dal 1809, anno in cui fu ceduto dal Regno di Svezia. Inizialmente lo Zar Alessandro I giurò davanti alla Dieta di Borga che la costituzione finlandese sarebbe stata pienamente rispettata me, col passare del tempo alla Finlandia toccò la stessa sorte delle altre province russe.

La Finlandia riuscì comunque ad ottentere una posizione privilegiata sino alla fine del secolo scorso, quando lo Zar Nicola II, cedendo alle pressioni delle correnti reazionarie della Duma, soppresse la costituzione. Restituì nel 1905 il parlamento con tutte le sue prerogative, forse per concessione all’opinione pubblica internazionale che negli anni aveva sempre criticato questa deriva reazionaria. Nota interessante: i finlandesi elessero anche delle donne al parlamento. Il 1910 fu l’anno della seconda abolizione della costituzione finlandese, da allora si segnalano continue rivolte contro il governo reazionario di Pietrogrado.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com