La Cina occupa il quartiere tedesco di Tien-Tsin

Lo scorso 18 marzo la polizia cinese (il cui governo ha recentemente rotto le relazioni con la Germania), ha preso possesso della concessione tedesca nella città portuale di Tien-Tsin. La decisione è stata presa con il consenso dei consoli esteri degli altri stati che vantano concessioni territoriali nella città.

La città di Tien-Tsin, importante porto commerciale nel nord-est della cina, è una dei centri urbani più grandi dello Stato, la popolazione arriva infatti a sfiorare il milione di persone e si trova all’imboccatura del golfo di Pétchili. Le concessioni territoriali delle potenze europee nella città risalgono allo scorso secolo. In seguito alla convenzione anglo-franco-cinese stipulata nel 1860, gli interessi commerciali europei hanno iniziato ad insediarsi nella città. In passato si ebbero anche alcune sanguinose rivolte nella città, le più famose sono le rivolte dei boxers, durate oltre un mese. La città fu cinta d’assedio dalle forze congiunte di tutte le potenze europee e, ua volta riuscite a placare la rivolta e rientrare in città, la trovarono in rovina.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com