Sopwith Dolphin

Il Sopwith Dolphin

Nato per sostituire il famoso Camel, suscitò da subito una certa impopolarità tra i piloti che lo utilizzarono nonostante il progetto fosse considerato da molti rivoluzionario ed azzeccato.
La motorizzazione del Dolphin era il moderno Hispano Suiza otto cilindri a V di costruzione francese con raffreddamento a liquido.
Anche per quanto riguarda l’armamento il Dolphin era ben equipaggiato, il progetto originale prevedeva 4 mitragliatrici di cui 2 fisse sincronizzate all’elica e 2 brandeggiabili. Di queste due nei velivoli in produzione solamente una venne montata.
Il motore in linea offriva il vantaggio di vibrazioni ridotte e conseguentemente una maggiore stabilità che offriva una migliore capacità di mirare anche in lontananza. il carico utile per azioni di attacco al suolo permetteva il trasporto di 4 ordigni da 11 kg.
Ciò che lo rese impopolare era il rischio di incidente grave in caso di atterraggi di emergenza, che poteva causare danni alla testa ai piloti, da qui il soprannome “Block Buster”. Il progetto del Dolphin aveva infatti un’ala superiore abbassata fin quasi al cofano motore esponendo la testa del pilota. Nonostante la sua cattiva reputazione, fu amato dai piloti che impararono a sfruttarne le superiori caratteristiche: sopra i 5.000 metri di quota non aveva rivali, era facile da pilotare, robusto ed offriva al pilota un ottimo campo visivo, cosa da non trascurare durante un combattimento aereo.
Un altro vantaggio era di tipo ergonomico: il flusso d’aria generato dalle ali consentiva di mantenere l’abitacolo più caldo rispetto agli altri aerei.
Il Dolphin è in linea dal novembre del 1917.

 

Sopwith Dolphin
Costruttore: Sopwith Aviation Company
Tipo: Caccia
In ruolo dal: 1917
Motore: Hispano Suiza 8 cil. V 200 hp
Apertura alare: 9.9 m
Lunghezza: 6.8 m
Altezza: 2.6 m
Peso a vuoto: kg
Peso al decollo: 908 kg
Velocità massima: 206 km/h
Ceiling: 6400 m
Autonomia: 2 h
Equipaggio: 1
Armamento: 2 Vickers .303 fisse e 1 Lewis .303 brandeggiabile e 4 bombe da 11 kg agganciate sotto la fusoliera

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com