Il Governo rivoluzionario russo continuerà la guerra

Il ministro degli esteri del governo rivoluzionario russo, Pavel Milyukov, ha ricevuto gli ambasciatori dei paesi dell’Intesa a Pietrogrado per discutere dei temi relativi al prosieguo della guerra contro Austria e Germania. A seguito di questo incontro in cui si è tentato da parte del nuovo governo russo di tranquillizzare gli alleati è stato emesso un comunicato ufficiale:

“Il Governo rimarrà rispettoso degli impegni internazionali assunti dal caduto regime e farà onore alla parola della Russia (…) Combatteremo al fianco degli alleati il nemico comune fino alla fine, senza tregua e senza debolezza.”

Questo comunicato va però a stridere con le intenzioni delle frange più estremiste della rivoluzione che vorrebbero invece una uscita dal conflitto.

A questo punto anche nei paesi dell’Intesa iniziano ad arrivare le prime notizie concrete circa i moti rivoluzionari: a Pietrogrado si stimano oltre 2500 morti nelle ultime 2 settimane. Ad aggravare la già difficile situazione politica vi è la cronica mancanza di generi alimentari. Le code per avere la propria misera razione giornaliera di pane (non più di 2 libbre) durano ore.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com