I timori del Vaticano per la Russia

La diplomazia del Vaticano si è dichiarata preoccupata per il fatto che il Governo provvisorio russo ha istituito una commissione apposita per definire le reciproche relazioni tra Stato e Chiesa cattolica romana. Si teme un possibile tentativo di intralciare i rapporti tra la Santa Sede e l’Episcopato russo attraverso “nuove formule liberali” che potrebbero ostacolare la “comunicazione libera e diretta”. Il timore che le forze rivoluzionarie più ortodosse, con marcati sentimenti anti-clericali possano controllarne le decisioni è forte ma si pensa che una volta terminata la guerra, l’assemblea Costituente possa definire più serenamente i rapporti tra la nuova Russia ed il Vaticano.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com