I tedeschi concedono l’onore delle armi alla brigata Bologna

Il gen. von Below, comandante della 14a Armata austro-tedesca, ha deciso di concedere l’onore della armi ai valorosi difensori di monte Ragogna, posizione fortificata che, ultimo presidio italiano rimasto sulla sinistra del Tagliamento, ha duramente impegnato i tedeschi per permettere al grosso dei nostri reparti di passare il fiume sul ponte di Pinzano. Attaccati dalla 50a divisione e dalla 12a slesiana, i difensori della posizione, appartenenti al 40° fanteria (brigata Bologna), hanno resistito strenuamente con disperato valore fino alla sera del 1° novembre, per poi arrendersi una volta che un boato aveva fatto capire loro che il ponte alle loro spalle era stato distrutto dai genieri italiani isolando gli eroici fanti che pertanto hanno cessato ogni resistenza.

Nella piazza di S. Danilele la colonna dei prigionieri ha sfilato difronte ai reparti tedeschi che al passaggio degli italiani sono scattati sul presentat’arm. Dopodiché, il gen. von Below con al fianco il gen. Krafft, ha salutato militarmente pronunciando un breve discorso che un interprete ha tradotto in italiano: “ E’ giusto ed è mio dovere di soldato riconoscere e concedere l’onore delle armi a chi con tanto valore seppe riscattare l’onore del proprio esercito ed onorare la propria bandiera e la propria Patria a prezzo di sacrificio”. Al termine della cerimonia gli ufficiali italiani hanno consegnato le pistole che gli erano state lasciate. L’episodio, che celebra il valore dei fanti della gloriosa brigata Bologna, è stato riportato dai bollettini di guerra tedeschi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com