I fatti di Kronstadt

Il Consiglio di delegati operai e militari di Pietrogrado ha ordinato con 580 voti favorevoli contro 162 contrari e 74 astenuti che, tutti i delegati della città di Kronstadt (che recentemente si è proclamata Repubblica autonoma) debbano eseguire immediatamente e senza riserva alcuna, tutti gli ordini che il Governo provvisorio russo ritiene indispensabili. Il continuo rifiuto del Consiglio dei delegati della città di riconoscere il Governo provvisorio è stato giudicato come un tradimento allo spirito democratico rivoluzionario e, cosa peggiore, il tentativo di dominio di gruppi e movimenti anarchici. Il compromesso tra il Governo e la città sembrava ormai raggiunto, a detta dei ministri socialisti Skobelej e Zeretell. A quanto pare la situazione resta ancora tesa.

Questa deliberazione del Consiglio di Pietrogrado è stata comunicata a tutti i fortilizi della cittadina, alla marina, ed a tutte le piazzeforti del Baltico. Secondo l’ex commissario di Kronstadt, Prepalajeff, gli avvenimenti di questi giorni si debbono all’opera di agenti tedeschi ed alla loro propaganda.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com