Fucilato soldato per un sigaro

Ruffini Alessandro, figlio di Giacomo e di Bertoli Nazzarena, nato il 29 Gennaio 1893 nella Parrocchia di Castelfidardo, di condizione militare della 10a Batteria 34° Reg.to Artiglieria da campagna, morì il 3 Novembre 1917 alle ore 4 pom. per ordine del General Graziani fucilato alla schiena.

Ricevette l’Assoluzione e l’O.S.. La sua salma dopo le esequie fu tumulata nel Cimitero Comunale (di Noventa Padovana ndr).

A dare l’ordine fu il generale Andrea Graziani, motivando la sua decisione con la necessità di mantenere ordine e rigore nelle manovre di ripiegamento che stanno causando disordine ed anarchia tra le fila dell’esercito che sta ritirandosi dietro la forte spinta austro-tedesca.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

'Fucilato soldato per un sigaro' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com