Flavio Baracchini e il suo record

9 aerei nemici abbattuti in soli 37 giorni di servizio effettivo. E’ l’aviatore italiano che ha abbattuto il maggior numero di velivoli nemici nel più breve periodo. Il record è stato realizzato tra il 15 maggio e lo scorso 22 giugno.

Flavio Torello Baracchini è nato il 28 luglio 1895 a Villafranca in Lunigiana, i genitori erano i proprietari di una pasticceria. Terzo di 7 fratelli sin da giovane si è dimostrato un buon sportivo e si è appassionato ai motori. Nel 1914 si è diplomato ottenendo la maturità all’istituto tecnico di La Spezia.

All’età di 19 anni ha richiesto di arruolarsi come volontario, allo scoppio del conflitto. Inizialmente è stato assegnato al 3° reggimento telegrafisti, risultando tra i migliori dell’unità. Propri in questo periodo ha fatto domanda d’arruolamento in aeronautica. Viene quindi mandato a Venaria Reale dove inizia la sua esperienza in aeronautica.

Dopo aver ottenuto il brevetto di pilota da guerra è assegnato alla 7° squadriglia da ricognizione e combattimento a Santa Maria la Longa, il 31 marzo del 1916 è la data della sua prima missione di ricognizione sulle linee nemiche. Chiede poi di essere trasferito ad una squadriglia da caccia, la domanda è accolta nel dicembre dello stesso anno, inizia l’addestramento presso la scuola caccia di Cascina Malpensa.

La sua prima vittoria è stata ottenuta il 15 maggio scorso hai danni di un Brandenburg presso Aisovizza. Dopo la 4° vittoria gli viene assegnato un Nieuport 17.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com