Tisza

Dichiarazioni di Tisza alla Camera ungherese

Negli scorsi giorni la discussione politica in merito alla situazione della guerra e delle proposte di pace tedesche, è stata molto viva in Ungheria. Alla camera il deputato Hollo, appartenente al gruppo Karolyi, ha chiesto al Presidente del Consiglio Istvan Tisza se fosse disposto a nominare una commissione parlamentare per discutere della futura pace. Hollo ha posto tale richiesta in virtù delle azioni di politica estera che la Germania sta compiendo in questi giorni.

Tisza ha risposto dicendo:

“Devo protestare contro il fatto che l’On. Hollo abbia apposto gli antecedenti di questa guerra come se esa non fosse una guerra impostaci dai nostri nemici, bensì provocata da un mutamento avvenuto nella politica tedesca che rese ilconflitto necessario. (…) L’espansione dell’Impero tedesco dal 1871 in poi è una pacifica espansione economica ed intellettuale che non minacciò l’esistenza e gli interessi vitali di nessun’altra nazione, di nessun altro paese. (…) La nostra allleanza di pace ha conservato quasto suo carattere durante tutta la sua esistenza. Da quando l’alleanza difensiva con l’Impero tedesco esiste, non si temette mai un turbamento della pace europea anche in epoca in cui un attacco sarebbe stato favorevole dal nostro punto di vista. (…) La nostra alleanza è rimasta fedele alla sua natura pacifica fino all’estremo, anche nell’epoca che precedette immediatamente la guerra. Abzi vi rimase fedele durante tutto il corso della guerra poichè non fummo noi a proclamare lo smembramento e la distruzione dei nemici (…) sono fermamente persuaso che l’arma giustificata che usiamo, è un’arma opportuna che ci recherà il successo, unica promessa di una pace sollecita quanto è possibile e soddisfacente. Vogliate prendere atto della mia risposta.”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com