Cuba cattedrale de L'Avana

Dal Sud America

Le reazioni negli stati del Sud America alla dichiarazione di guerra americana non si sono fatte attendere. Il Senato cubano ha approvato all’unanimità una mozione, la quale dichiara lo stato di guerra con la Germania. L’ambasciatore tedesco a L’Avana ha ricevuto i passaporti e si recherà dunque in Spagna, nazione che per il momento persiste nella sua neutralità.

Il Presidente cubano Menocal ha firmato poi la dichiarazione di guerra tra la Repubblica cubana e la Germania. Il Governo ha dato ordine di sequestrare 3 navi tedesche internate nel porto della capitale evitando così che si potessero verificare dei tentativi di affondarle da parte dei loro equipaggi, bloccando così l’accesso del porto. Gli equipaggi sono in stato di arresto, altre 3 navi internate nei porti di Cienfuegos e Santiago de Cuba sono state sequestrate.

Anche a Panama il Governo ha preso una posizione al fianco degli Stati Uniti, il Presidente della Repubblica panamense ha firmato un proclama con il quale dichiara di porsi al fianco del Governo americano per la difesa del Canale. Il corpo diplomatico tedesco verrà presto espulso e i sudditi tedeschi saranno arrestati al minimo sospetto di complotto.

Intanto in Brasile continuano le indagini in merito all’affondamento del piroscafo Paranà mentre notizie di sommosse e manifestazioni anti tedesche giungono anche dal Perù.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com