Continuano i disordini a San Pietroburgo

La situazione in Russia continua ad aggravarsi. Le manifestazioni iniziate negli scorsi giorno non si placano, anzi, aumentano di numero e violenza. Anche la situazione alimentare sta aggravando il già difficile quadro generale della capitale russa, non si trova più nulla da mangiare. Anche le forze dell’ordine si stanno unendo ai manifestanti, i pochi rimasti fedeli al Ministro Protopopoff hanno ricevuto l’ordine di sparare sui manifestanti.

Lo sciopero generale ha ormai coinvolto oltre 200.000 persone, ad esse si aggiungono anche le donne che dall’8 marzo stanno protestando contro la guerra. La capitale sembra ormai bloccata, fuori controllo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com