Continua la lotta a Mont-Didier

Il comunicato francese del primo aprile riferisce dei continui scontri che stanno avvenendo a nord di Mont-Didier, ove l’artiglieria nemica è molto attiva. Assalti nemici portati a Grivesnes sono stati respinti causando gravi perdite al nemico.
Tra la Somme e Demuin gli sforzi congiunti anglo-francesi hanno portato a sensibili guadagni territoriali in vari punti del fronte.
Tra il 29 ed il 30 marzo scorso l’aviazione francese, malgrado le avverse condizioni meteo, ha effettuato numerose uscite, bombardando con oltre 5 tonnellate di proiettili le stazioni della regione di Saint Quentin, Guiscard e Roye. Gli aviatori francesi hanno inoltre a più riprese mitragliato concentramenti di truppe tedesche disperdendole ed abbattuto 9 velivoli avversari ed un pallone frenato.
Velivoli da bombardamento italiani hanno preso parte attiva alle spedizioni di questi giorni.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com