Douglas Haig

Comunicato inglese del 25 dicembre

Nulla da segnalare, eccetto scaramucce di pattuglie e una certa attività dell’artiglieria su diversi punti. Durante la giornata del 23 corrente una forte nebbia ha ostacolato le operazioni aerei, accette quelle di bombardamento e di combattimento, operazioni che furono vigorosamente effettuate. I velivoli nemici spiegarono una grande attività. Ne abbattemmo cinque, tre dei quali nelle nostre linee.
Due altri aeroplani avversari furono abbattuti, pure nelle nostre linee, dai nostri cannoni antiaerei. Uno di questi tre ultimi velivoli era un apparecchio di grandi dimensioni con duplice motore. I suoi tre occupanti furono fatti prigionieri.
Al cadere della notte si alza una forte nebbia che non si disperse prima dell’alba. I nostri velivoli si recarono allora a bombardare gli aerodromi nemici ed ottennero buoni risultati.
Il 21 corrente, nella giornata, la nostra squadriglia bombardò Mannheim, sul Reno, con buoni risultati. Fu lanciata 1 tonnellata di bombe. Fu osservato che queste esplosero sulla grande stazione principale, sulle officine ed anche nella città, come scoppiarono incendi. L’artiglieria antiaerea aprirono un fuoco violento contro i nostri aeroplani nel momento in cui volavano sugli obiettivi. Uno dei nostri aeroplani fu colpito ed obbligato ad atterrare. Parecchi squadriglie nemiche eseguirono parecchi ripetuti attacchi contro i nostri aeroplani, ma furono respinte. Tutti nostri aeroplani fecero ritorno, tranne quello indicato.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com