Douglas Haig

Comunicato inglese del 20 febbraio 1918

Stanotte dopo violento bombardamento preliminare il nemico tentò una incursione contro le nostre linee ad est di Arleux-en-Gohelle. Il distaccamento nemico fu completamente respinto dalle nostre truppe. Un certo numero di nemici furono uccisi fatti prigionieri. Al principio della scorsa notte effettuava una riuscito per azione locale ad est di Bischoole e ci impadronimmo di numerosi prigionieri. Eccetto una certa attività di pattuglie a nordovest di Saint-Quentin null’altro di particolarmente interessante da segnalare sul nostro fronte. Come seguito al nostro attacco di pieno giorno effettuato il 18 corrente su Treviri e su Thionville le nostre squadriglie notturne sono di nuovo partite per attaccare tali città ottenendo ancora una volta ottimi risultati. Cinque esplosioni furono servate sulla stazione di Treviri ove si alzavano fiamme e tre altri edifici risultarono incendiati quando le nostre macchine intrapresero il viaggio di ritorno.
Durante il secondo attacco contro Thionville furono notate esplosioni Sulla stazione e sul gasometro. I piloti che attaccarono Treviri poterono scorgere un grande incendio al di sopra di Thionville. I velivoli e i cannoni delle difese tedesche spiegarlo grande attività durante due attacchi. Uno dei nostri aeroplani non è tornato. Un terzo attacco è stato effettuato in pieno giorno il 19 corrente contro Treviri. Oltre una tonnellata di bombe sono stati gettati in quest’occasione su vari obiettivi. Undici esplosioni sono state constatate sulla stazione e in sei altri edifici vicini; sono scoppiati tre incendi. I nostri velivoli sono stati continuamente attaccati da apparecchi nemici che sono stati respinti. Il fuoco dei cannoni di difesa è stato pure violentissimo. Una delle nostre macchine finora non è tornata.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com