Comunicato francese del 2 marzo 1918

La lotta di artiglieria segnalata ieri in un certo numero di punti del fronte francese dallo Chemin-des-Dames fino alla Mosa è continuata tutta la notte con notevole intensità, accompagnata da vivissime azioni di fanteria durante le quali truppe francesi hanno conservato la loro superiorità.
Colpi di mano nemici su piccoli posti francesi a sud-ovest di Barzy e a sud di Juvincourt furono respinti. L’azione aggressiva nemica si manifestò particolarmente nella regione a nord-ovest e sud-est di Reims.
Sin da ieri alla fine della giornata le truppe tedesche tentarono di sboccare dal saliente di Neufchatel. I fuochi francesi sferrati con precisione disorganizzarono l’attacco. I reparti tedeschi che erano riusciti a penetrare nei posti francesi avanzati ne furono ricacciati con un contrattacco. Alla stessa ora, 17.40, reparti nemici tentarono di avvicinarsi alle linee francesi di fronte a La Pompelle ma, sotto i fuochi francesi, dovettero precipitosamente ritornare nelle loro trincee di partenza. Dopo questo primo tentativo il nemico ha lanciato un nuovo attacco più violento nella medesima regione. Malgrado questi sforzi reiterati non ha potuto raggiungere il forte di Le Klompelle. Soltanto alcuni elementi nemici riuscirono a prendere piede nella parte settentrionale di una piccola opera situata ad ovest del fronte stesso. Al tempo stesso un tentativo nemico più ad est, a sud di La Bretonnerie, non ha ottenuto risultati.
Nella champagne il nemico ha attaccato due punti delle linee francesi senza ottenere il minimo successo. Verso il Cornillet l’attacco fu effettuato su un fronte di 800 metri e trovò le linee francesi sgombrate per ordine.
Un energico ritorno offensivo delle truppe francesi ricacciò subito il nemico e ristabilì interamente la posizione francese.
Ad est di Teton un tentativo tedesco fallì sotto i fuochi francesi. A sud-ovest della collina di Le Mesnil bombardamento violento tutta la notte. Durante queste azioni i francesi hanno inflitto perdite gravi al nemico ed hanno fatto un certo numero di prigionieri. Sulla riva sinistra della Mosa attività locale dell’artiglieria abbastanza viva nel settore di Haucourt. Sulla riva destra, nella regione di Vaux-les-Palameix, pattuglie francesi fecero prigionieri. Due colpi di mano nemici in Lorena e nei Vosgi a sud di Lafave hanno subito un completo scacco.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com