Douglas Haig

Comunicati inglesi

26 aprile 1917

Respingemmo stamane di buon’ora, infliggendogli perdite, un distaccamento tedesco che tentava un raid contro un nostro posto in una escavazione a sud-est di Ypres. Considerevole attività dell’artiglieria da ambo le parti durante la giornata su numerosi punti da San Quintino ad Arras e in vicinanza di Ypres.

Benchè il tempo sia stato meno propizio, i nostri aviatori hanno fatto ieri un buon lavoro. Abbiamo abbatuto durante i combattimenti aerei due aeroplani tedeschi, uno dei quali nelle nostre linee, mentre un terzo è stato ricacciato con danni. Tre nostri velivoli mancano.

Dispaccio inglese del 27 aprile 1917

E’ sufficientemente chiaro che i tedeschi intendono fare l’impossibile per arrestare la nostra avanzata, anche a prezzo di gravi sacrifici, e siccome occupano ora posizioni lungi dall’essere così accuratamente organizzate come la loro antica linea, possono sperare di far ciò soltanto coll’impiego di grandi masse di truppe. Ecco perchè  essi hanno lanciato le loro migliori divisioni sulla linea del fuoco, ciò che spiega la lotta ostinata che ferve da lunedì scorso. Ma la tattica così condotta si riduce al semplice problema di sapere quale parte sarà in grado di mantenere più lungamente tale metodo di esaurimento, e siccome la risposta non è dubbia, resta a sapere per quanto tempo ancora. I prgionieri tedeschi dichiarano che l’esercito tedesco è attualemente spinto a tale andatura che fa prevedere fra breve il crollo di ogni resistenza effettiva. L’aspetto del campo di battaglia intorno a Monchy è reso spaventoso dal numero dei cadaveri tedeschi che lo coprono

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com