Cacciatorpediniere austriaci messi in fuga in Adriatico

L’Ufficio del Capo di Stato Maggiore della Marina comunica:
Nella notte sul 30 mentre squadriglie di nostri “Caproni” ripetevano tenacemente l’attacco alla base navale di Pola, velivoli nemici lanciavano bombe sui dintorni di Ferrara causando qualche danno fortunatamente senza vittime.

Uno dei nostri gruppi di cacciatorpediniere in crociera avvistava poco prima della mezzanotte un gruppo di cacciatorpediniere nemici in appoggio agli idrovolanti spintisi su Ferrara; risolutamente li attaccava ed, avendo gli avversari subito ripiegato, li inseguiva cannoneggiandoli fin entro gli sbarramenti protettivi di parendo. Abbiamo distintamente osservato esplosioni sulle unità nemiche ripetutamente colpite. Nessun danno alle unità navali.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com