Bollettino del 7 dicembre 1917

Sull’altipiano di Asiago la battaglia continua ininterrotta. Nella notte sul sei e nella mattinata di ieri il ripiegamento delle nostre truppe dal saliente delle Melette alla linea di difesa retrostante si è compiuto sotto la protezione delle artiglierie che hanno trattenuto l’avanzata delle masse avversarie.
Un riparto di fanteria nemica che tentava scendere in Val Frenzela, colpito da raffiche di mitragliatrici dovette retrocedere in disordine.
Nel pomeriggio, dopo violentissima preparazione di fuoco e stesa dal nord della valle dei Ronchi al monte Kaberlaba, l’avversario tentò con grandi forze lo sfondamento della nostra linea a sud di Gallio. Il tentativo nemico fallì per la bravura delle nostre truppe che, affrontato l’avversario al Monte Sisemol impegnato in strenua lotta durata 12 ore dietro tempo ai riparti retrostanti di saldare regolarmente le difese anche da quella parte.
Dopo sei tentativi, ributtato dei nostri contrattacchi, il nemico, decimato, dovè arrestare sul Sisemol la propria avanzata.
Sulla rimanente fronte, tranne la consueta attività dell’opposte artiglierie accentuatasi su qualche tratto, non si ebbero azioni combattive.
Nel pomeriggio del giorno 5 due velivoli nemici, uno dei quali in combattimento aereo vennero abbattuti dagli alleati francesi.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com