Bollettino del 5 maggio 1917

Nel bacino dell’Astico azioni vivaci delle artiglierie: la nostra provocò una forte esplosione sulle pendici di Monte Seluggio; quella nemica colpì la sede d’una sezione di sanità visibilmente munita dei segni di protezione.

Sulla fronte  Carnica vivaci duelli di artiglieria e di bombarde dall’Alto Degano alla testata del Chiarzo. NElla zona di Gorizia l’attività dell’artiglieria nemica in queti ultimi giornipiù intensa, fu ieri alquanto minore.

Nel Carso, dopo violento fuoco di preparazione, nuclei nemici attaccarono le nostre linee avanzate sul Dosso Faiti; furono nettamente respinti con sensibili perdite. Nella notte sul 4, velivoli nemici bombardarono Gorizia, senza farvi vittime, nè danni.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com