Bollettino del 31 agosto 1917

Nella giornata di ieri combattemmo sull’altipiano di Bainsizza e sul Carso pe consolidare il possesso di alcune altre e per rettificare la nostra linea. Conseguimmo vantaggi sulle pendici nord del Monte San Gabriele e nel Vallone di Brestovizza, vincendo le accanite resistenze del nemico. Catturammo 635 prigionieri, di cui 12 ufficiali e 5 mitragliatrici.

Non arrestati dal violentissimo fuoco antiaereo, velivoli nostri bombardarono con successo gli impianti ferroviari della zona di Tolmino e le retrovie del Carso.

In Val di Concei (Val di Ledro) la notte sul 30 un riparto nemico irrompeva in un posto di vedetta e si ritirava quindi conducendo seco alcuni nostri uomini; ma pattuglie di “arditi” giunte di rincalzo, inseguivano il drappello austriaco, liberando i nostri e catturando alcuni nemici.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com