Bollettino del 30 giugno 1917

Nella notte del 9 sull’Altipiano di Asiago di fronte al prolungarsi del violento bombardamento avversario i nostri posti avanzati di fanteria vennero ritratti dal passo dell’Agnella, mantenendosi sul fianco orientale del passo stesso. Un attacco tentato dal nemico contro le posizioni del piccolo Colbricon fallì completamente, per quanto preparato da intenso fuoco di artiglieria.

Azioni di artiglieria assai vivaci ebbero luogo ieri sul Carso a sud di Versic. Nella giornata ad oriente di Gorizia in nostro velivolo abbattere un aeroplano avversario e ne costrinse un altro ad atterrare. Una nostra squadriglia bombardò efficacemente baraccamenti nemici a Malchina (Mauhyne), nella zona di Monte Hermada. Nella notte apparecchi avversari volarono lanciando bombe sulle nostre retrovie del basso Isonzo e su varie località litoranee dell’alto Adriatico; non cagionarono vittime ne produssero danni apprezzabili. Nostri aerei, levatisi immediatamente a volo, bombardarono il campo d’aviazione nemico di Prosecco.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com