Bollettino del 3 agosto 1917

Alla irrequietezza avversaria manifestatasi anche ieri su tutta la fronte, fece riscontro l’attività di nostri riparti in ricognizione e il pronto ed efficace intervento del nostro fuoco. Si ebbero così piccole azioni di fanteria nella regione di Monte Palone (oriente del Chiese) a Campovenere (altopiano di Asiago), sul Colbricon, a sud-ovest del Col des Bois (Tofane) nell’alto Rio Bordaglia (Carnia) sul Rombon, sullo Slatenik (medio Isonzo) a nord-est di Plava e di Salcano e ad oriente di Gorizia: brevi lotte di artiglieria su qualche tratto dell’altipiano di Asiago e del Medio Isonzo e, sul Carso, fra Castagnevizza e Boscomalo.

Nel cielo di Tolmino un nostro aviatore fece precipitare in fiamme un velivolo nemico e ne costrinse un altro ad atterrare elle proprie linee, dove venne poscia distrutto dalla nostra artiglieria.

La notte scorsa nostre poderose squadriglie aeree bombardarono efficacemente l’arsenale e le opere militari d Pola, ritornando al completo ai propri campi.

Velivoli nemici eseguirono un’incursione con lancio di bombe su alcune località abitate del Basso Isonzo, causando poche perdite e lievi danni.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com