Bollettino del 29 settembre 1917

Ieri, con improvviso scatto pienamente riuscito le nostre truppe rettificarono la linea di occupazione fra la sella di Del e le pendici settentrionali del monte S. Gabriele. Furono catturati 8 ufficiali, 216 uomini di truppa ed alcune mitragliatrici. La posizione venne mantenuta e rafforzata ad onta che l’avversario, rimessosi dalla sorpresa, moltiplicasse i suoi ritorni offensivi.

Le nostre offese aeree furono concentrate nella zona militare di Voiscizza (Carso), che venne colpita dall’efficace lancio di circa tre tonnellate di bombe, e sulla piazzaforte marittima di Pola ove la base dei sommergibili e l’arsenale furono nuovamente battuti con numerosi proiettili da una forte squadriglia da bombardamento. Un apparecchio avversario fu costretto ad atterrare nella piana di S. Lucia (Tolmino) e venne poscia distrutto dalle nostre artiglierie.

La scorsa notte velivoli nemici lanciarono bombe incendiarie sull’abitato di Palmanova: lievissimi danni e nessuna vittima.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com