Bollettino del 29 marzo 1918

Ad occidente del Garda, moderata azione di artiglieria. Fra il Garda e il Piave reciproci tiri di molestia. In Val Lagarina e nel settore Posina-Astico le nostre pattuglie furono molto attive; sulle pendici nord del Colle del Rosso un piccolo posto avanzato avversario venne catturato con riuscito colpo di mano.
Lungo il Piave, a parecchie riprese, vivace scambio di cannonate nella zona del Montello e in quella a sud di Fossalta. Dinanzi a Folina nostre pattuglie irruppero in un’isola del fiume, distruggendovi il presidio nemico.
La scorsa notte nostre squadriglie lanciarono 6500 kg di bombe sugli impianti ferroviari di Matarello e di Primolano con risultati efficacissimi; furono constatati vasti incendi.
Due velivoli nemici, colpiti da tiro antiaereo, vennero l’uno battuto e l’altro costretto ad atterrare nelle proprie linee alla altezza di Ponte di Piave.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com